Menu

Direzione Capo Nord – Primi pensieri

ottobre 8, 2017 - European Dog Tour 2018

Per un motociclista, penso due siano le mete/sogni da raggiungere e realizzare: la Route 66 negli Stati Uniti e Capo Nord in Norvegia, il punto più alto dell’Europa.

Il primo traguardo l’abbiamo raggiunto nell’agosto del 2015. Un sogno realizzato, un viaggio che è così bello che non avremmo problemi a rifarlo nello stesso modo. Un successo e un grande orgoglio personale per essere riusciti a realizzarlo da soli, con il solo aiuto di altri viaggiatori come noi. Non lo dimenticheremo mai.

Il secondo ci gira nella testa da un annetto. Raggiungere Capo Nord dal sud dell’Italia, vuol dire attraversare letteralmente tutta l’Europa, 12 stati per circa 11.000 km da percorrere. Voi direte…beh? sai quanti motociclisti l’hanno già fatto? Vero! E’ solo che da 8 mesi Harley è diventata parte integrante della famiglia, quindi bisogna riorganizzare tutto quanto.

Cosa fare?

Quando abbiamo preso Harley dal canile, la prima frase che ci è stata detta, accompagnata da una risatina sarcastica, è stata, : “adesso non potrete più viaggiare!”

Ma perché questo concetto secondo cui se hai un cane non puoi viaggiare??? Basta organizzarsi ed è quello che vogliamo fare! Dimostrarvi che con un minimo di analisi delle diverse situazioni, non esistono problemi insormontabili in un viaggio e non dovrete abbandonare i vostri pelosi per potervi godere una meritata vacanza.

Il mondo del web ce lo dimostra, in tanti viaggiano accompagnati dai loro piccoli amici, in America poi, sono tantissimi i motociclisti che viaggiano accompagnati dai loro cani.

Innanzitutto ci siamo date degli obiettivi:

  1. periodo: giugno 2018
  2. partire con Harley e quindi in sidecar;
  3. non stressarci e rendere il viaggio il più semplice possibile;
  4. non percorrere più di 300 km al giorno in media, per un totale di circa 40 giorni di viaggio;
  5. raggiungere le mete giornaliere prima che faccia buio;
  6. evitare di pernottare nelle grandi città, ma cercare agriturismi, campeggi, nel verde della campagna per regalare ad Harley una vacanza fatta anche di corse libere tra la natura;
  7. partire con ogni tipo di informazione utile: veterinari, meccanici, regole, usi e culture che incontreremo nelle diverse località;
  8. assicurazione per Harley e assistenza su strada per noi.

Ce la faremo?

A breve i percorsi alternativi: quello breve e quello lungo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *