Menu

Stati Uniti on the road 2015

agosto 19, 2015 - Stati Uniti
Stati Uniti on the road 2015

Due anni fa abbiamo deciso di fare, quello che molti chiamano, il “viaggio della vita”.

Un tour in moto di una parte degli Stati Uniti.

Per scelta abbiamo deciso di organizzare tutto da soli, un pò per risparmiare, un pò per poter essere liberi di fermarci e visitare ciò che più ci piaceva.

Ci ho messo circa tre mesi per organizzare questo viaggio e posso assicurarvi che già in quella prima fase le emozioni sono state tante. Paure, gioie, euforia, meraviglia, tanti sentimenti aggrovigliati dentro, man mano che andavo componendo le tappe di questo meraviglioso sogno.

In questo articolo cercherò di darvi tutte le informazioni di base; nei prossimi, invece, rivivremo insieme i momenti magici trascorsi sulle strade uniche dell’America.

I miei primi passi li ho mossi girando tra gli innumerevoli forum dedicati ai viaggi in moto. Ho letto centinaia e centinaia di pagine di tour, di esperienze, di consigli, finchè un aiuto importante mi è arrivato da un ragazzo che mi ha dato tanti buoni consigli. Ed è quello che vorrei fare con voi. Darvi un’idea di quello che potrebbe essere un tour negli States, tenendo presente, che l’America è grande e tanti sono gli itinerari che potreste scegliere di percorrere.

Il primo passo è stato creare un percorso da suddividere nei nostri 14 giorni. Abbiamo l’abitudine di non fare più di 400 km circa al giorno: il viaggio non è una corsa contro il tempo, è la capacità di massimizzare il tempo a disposizione per vedere quante più cose possibili, con la giusta dose di relax.

Questo il nostro itinerario:

MOUNTAIN VIEW – SANTA CRUZ – MONTEREY – POINT PIEDRAS BLANCA – MORRO BAY – BAKERSFIELD – BARSTOW – OATMAN – KINGMAN – SELIGMAN – WILLIAMS – FLAGSTAFF – GRAND CANYON – CAMERON – PAGE – MONUMENT VALLEY – KANAB – ZION NATIONAL PARK – SPRINGDALE – VIRGIN – ST GEORGE – LAS VEGAS – CALICO GHOST TOWN – SEQUOIA NATIONAL PARK – MARIPOSA

3500 KM CIRCA

Quattro stati attraversati:

CALIFORNIA – ARIZONA – UTAH – NEVADA

Periodo: AGOSTO

Noleggio moto: CALIFORNIA MOTORCYCLE ADVENTURES a Mountain View a sud di San Francisco. Costo             € 2000,00 comprensivi di assicurazione per 14 giorni

Il secondo passo se il passaporto ce l’ avete già (altrimenti fatelo per tempo) è l’ ESTA, l’autorizzazione ad imbarcarsi su un volo per gli States.

Qui di seguito il link: http://www.esta.us/italiano.html

L’autorizzazione è valida per due anni e costa 14$ circa.

Il terzo passo fondamentale per chi viaggia negli Stati Uniti è l’assicurazione sanitaria: ci ho perso un mese circa. Anche qui innumerevoli blog, forum, siti internet consultati per capire che bisogna stare molto attenti per non prendere delle fregature. Ho scelto la GLOBY ROSSO ALLIANZ. Costa un pò di più (circa 300 € a coppia), ma dà una copertura totale: assistenza sanitaria 24 ore su 24; rimborso o pagamento diretto delle spese mediche, farmaceutiche, ospedaliere e chirurgiche con estensione illimitata per USA e Canada; nessuna franchigia sul rimborso delle spese mediche; rimpatrio con Aereo Sanitario da qualsiasi località del Mondo. Per fortuna tutto è andato bene e non  ne abbiamo avuto bisogno.

Il quarto step, quello più triste, è stata l’iscrizione al sito della Farnesina Viaggiare sicuri, dove ho inserito tutti i dettagli del nostro viaggio. In caso di attacco terroristico è utile per far sapere la propria posizione nel paese in cui ci si trova. Anche in questo caso tutto è andato liscio e il viaggio si è rivelato meraviglioso. Quindi non fatevi spaventare!

Ancora qualche informazione:

I ristoranti chiudono alle 21. Dopo quest’orario troverete aperti solo i fast food.

Gli americani alla guida sono molto educati: a differenza nostra non usano il clacson per strombazzare ad ogni incrocio o ingorgo.

Per qualsiasi necessità chiedete aiuto: abbiamo incontrato gente fantastica sempre disponibile a darci indicazioni.

Nei parchi troverete le indicazioni su quando cambiare la marcia ad ogni curva e quale utilizzare per non bruciare i freni e la frizione. Ebbene sì, sono davvero avanti!

Rispettate i limiti di velocità: la polizia non si vede, ma c’è e sbuca quando meno ve l’aspettate!

E cosa importantissima, allo stop poggiate il piede a terra, anche se siete in una strada completamente deserta. Siamo stati inseguiti fino all’hotel da un poliziotto solo perchè allo stop non ci eravamo completamente fermati, poggiando i piedi a terra. Per fortuna appena ha saputo che eravamo italiani con le moto l’entusiasmo gli ha fatto dimenticare di farci la multa! A proposito di ciò: amano gli italiani!

Per quanto riguarda la patente di guida, noi abbiamo fatto quella internazionale. Non credo che serva più di tanto, o comunque a noi non l’hanno chiesta. Fatela solo per una maggiore sicurezza. Può capitare di incontrare il poliziotto più puntiglioso.

Non mi resta che dirvi:

FATELO, FATELO E ANCORA FATELO!

Vi entrerà nel cuore e lì rimarrà per sempre!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *